Blog25 Agosto 2022by Alessandro BorghesanCome gestire un atteggiamento?

Atteggiamenti poco efficaci?

Non sei stanco di vedere atteggiamenti poco efficaci intorno a te?

L’atteggiamento è una predisposizione del carattere che fa la differenza tra un risultato grandioso e uno mediocre, o peggio scadente.

La cosa bella è che l’atteggiamento vincente si può allenare, la sfida è capire come.

I diversi tipi di atteggiamento

Fai conto che l’atteggiamento sia come un colore. Ci sono migliaia di combinazioni ma i colori di base sono tre: ciano, magenta e giallo, così come gli atteggiamenti che impariamo da bambini.

Il primo atteggiamento è la dipendenza, ovvero il carattere molto esecutivo: chi aspetta sempre di ricevere input, chi non propone soluzioni.

Il secondo è la contro dipendenza, ovvero il bastian contrario, chi dice sempre no per partito preso.

Il terzo è l’indipendenza, ovvero chi fa finta di ascoltare le proposte e poi fa come ha già deciso. È difficile fare gruppo con lui.

L’atteggiamento vincente da allenare

Allora qual è l’atteggiamento vincente? Ce n’è un quarto, che però non impariamo da bambini ma crescendo: è l’interdipendenza, ovvero la propositività, il convincere gli altri, il saper ascoltare in modo intelligente e si può imparare.